Cheering Crowd

ALESSANDRA PALETTA

... Libero volo in equilibrio tra la realtà ed il sogno ...

 
 
 

ALESSANDRA PALETTA

Un sogno che si costruisce ogni giorno

 Alessandra nasce a Velletri nel 1980. Dai sette agli undici anni, come tutte le bambine della sua età,  frequenta una scuola di danza; la sua maestra Maria Suciu rimane così impressionata dalle sue doti che vorrebbe farle frequentare dei corsi avanzati per indirizzarla verso una carriera di ballerina professionista. Non è la danza però l’arte espressiva di Alessandra, è il canto la forma di arte in cui si esprime più liberamente ed è proprio questa che inizia a coltivare frequentando un coro gospel a Sezze paese dove vive con la sua famiglia. Dopo la scuola superiore si iscrive all’accademia “Musica & Musica” di Latina dove conosce la sua insegnate Maria Alessandra Piroddi che seguirà qualche anno dopo presso il centro di formazione musicale “L’Ottava” di Roma. La svolta arriva nel 2008 quando vince una borsa di studio presso il Saint Louis College of Music che la porterà a conseguire il diploma di laurea in canto Jazz ad indirizzo popular music. Al Saint Louis Alessandra conosce molti artisti che saranno i suoi insegnanti: la stessa Alessandra Piroddi, Maria Grazia Fontana, Diego Caravano, Marco Manusso, Stefano Mastruzzi, Lello Panico, Pierpaolo Principato, Claudio Ricci, Lorenzo Feliciati, Carlo Mezzanotte, Dario Zeno, Stefano Sabatini, Alessandro Cusatelli, Antonio Solimene, Luigi Zaccheo, Silvio Relandini, Nina Piederson, Simonetta Collatina,  Federica Zammarchi, Pierluca Buonfrate, Roberto Giglio. Parallelamente agli studi Alessandra partecipa a svariati concorsi tra cui ricordiamo “Una Voce da Sabaudia” dove nel 2006 si classifica al primo posto, in quell’anno la giuria era presieduta da Rita Pavone e Teddy Reno, nel 2007 la fase finale della cinquantesima edizione del festival di Castrocaro Terme.  In tema di collaborazioni vanta al suo attivo quella con Vittorio Nocenzi, tastierista e compositore del “Banco del mutuo soccorso” sotto la cui direzione ha contribuito a realizzare l’opera “Darwin L’evoluzione” tratta dall’omonimo album del gruppo progressive romano. Un’occasione d’oro per lavorare al fianco di personalità artistiche del calibro appunto di Vittorio Nocenzi  (direzione artistica), il premio Oscar Gianni Quaranta (migliore scenografia nel 1987, Cèsar nel 1995, Nastro d’argento nel 1978), Claudio Micheli (direttore d’orchestra e collaboratore di Ennio Morricone) e Renato Greco (coreografo internazionale e fondatore dello Stabile del Teatro musicale e della Danza), solo per citarne alcuni. Tutto quanto ha contribuito ad influenzare in maniera significativa il suo stile espressivo e creativo. L'aspirazione di Alessandra è  quella di offrire ai fan le stesse emozioni che sente ogni qual volta le capita di interpretare un brano proprio o di altri autori. Un qualcosa di diverso e unico, una musica originale e inconfondibile alle orecchie del suo pubblico.

 

Il tuo modulo è stato inviato!